Assessorato alle Politiche Ambientali - Servizi alle imprese

Servizi alle imprese

L'Assessorato all'ambiente svolge a tutela dell'ambiente attività istruttoria finalizzata al rilascio delle autorizzazioni agli impianti industriali e di pubblica utilità, ad eccezione degli impianti industriali soggetti, in linea di massima, alla direttiva CEE/CEEA/CE n' 61 dei 24.09.96, nonché degli impianti definiti di seconda categoria dalla L.R. 33/85 e successive modifiche ed integrazioni, ad eccezione di quelli funzionali al sistema di raccolta dei rifiuti urbani, relativamente a:

  • Autorizzazione unica ambientale ai sensi del DPR 59/2013
  • Autorizzazione alla prosecuzione delle emissioni in atmosfera in deroga, alla realizzazione, modifica, ampliamento e trasferimento degli impianti, ai sensi della parte V del D.lgs 152/06;
  • Rilascio delle autorizzazioni allo scarico in corpi idrici superficiali, con esclusione della Laguna di Venezia, ai sensi del D. Lgs. 152/06, ivi compresa l'approvazione dei progetti di eventuali impianti di trattamento dei reflui;
  • Rilascio delle autorizzazioni alle attività di gestione dei rifiuti, ivi compresa l'approvazione dei progetti di eventuali impianti;
  • Valutazione delle comunicazioni relative ad attività di gestione dei rifiuti soggetti a procedura semplificata, ai sensi del D. Lgs. 152/06, art. 214, e tenuta dei relativi registri;
  • Procedure di Valutazione dell’Impatto Ambientale” per i progetti di competenza provinciale.
  • Rilascio delle Autorizzazioni Integrate Ambientali di competenza provinciale.
  • Rilascio delle autorizzazioni all'installazione degli impianti per radiotelecomunicazioni che producono radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti, ai sensi della L.R. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • Partecipazione alle attività del Centro Operativo Provinciale (C.O.P.) per il monitoraggio della qualità dell'aria ed all'organo tecnico per i provvedimenti inerenti all'inquinamento atmosferico nelle aree urbane;
  • Gestione dei procedimenti amministrativi relativi alla rete e alle unità mobili di monitoraggio della qualità dell'aria, fino al definitivo trasferimento all'A.R.P.A.V. delle funzioni e delle risorse individuate con la stipulata convenzione;
  • Collaborazione alle attività finalizzate all'elaborazione e diffusione dei dati ambientali relativi alla qualità dell'aria, dell'acqua e del suolo, anche attraverso le strutture del S.I.T.A.;
  • Attivazione e gestione del sistema di controllo previsto dal d.P.R. 412/94 sugli impianti termici non industriali.

Funzioni amministrative inerenti al controllo sugli impianti e sulle attività autorizzate e sulle fonti di produzione di emissioni in atmosfera, di radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti e di rumore.